lunedì 24 ottobre 2011

Ammirazione ed Orgoglio


(Hotel Londra - Via Jacopo da diacceto, 18/20 - 50123 Firenze)


Sabato 15 ottobre, mattinata tranquilla in una Firenze baciata dal sole e con la giusta temperatura che ti fa assaporare l’inizio d’autunno. Seduta nel giardino dell’hotel Londra, con il mio caffè americano e il Corriere della sera ,a pagina 35 leggo un bellissimo articolo sull’Azienda NONINO sita a Percoto (Udine) a 3 km di distanza dal mio piccolo paesino…
Sono ormai 11 anni che, lavoro e scelte personali mi portano a girare l’Italia. Se a 20 anni lasciavo la mia terra con entusiasmo e la continua voglia di vedere e scoprire altre realtà che, inevitabilmente sembravano sempre più belle ed interessanti, oggi, quando sento parlare della mia terra e della mia gente scatta in me un fortissimo senso di appartenenza e orgoglio. La maturità, mi ha anche portato ad apprezzare le cose semplici, genuine e reali, utopie in realtà metropolitane, ma per fortuna ancora ben presenti in realtà piccole…

La mia famiglia è cliente della Nonino e io, in passato, ho avuto il piacere di entrare nella loro distilleria. Se l’aroma-terapia impatta l’umore, consiglio a tutti entrare in una distilleria e soffermarsi per qualche minuto ad annusare le miscele di erbe e uve… un’ubriacatura piacevole di odori…

Leggere del successo che la famiglia Nonino ha avuto in questi 40 anni e di quanto ha fatto conoscere i loro prodotti Made in Italy nel mondo, non può che farmi sentire orgogliosa della mia terra e la stima per loro si rafforza quando leggo che passione e entusiasmo  sono sempre all’apice di ogni loro giornata. Solo così la voglia di inventare volta per volta quel “qualcosa” in più capace di trasformare un liquore in un eccelso filtro di buon umore e la continua ricerca e sfida per mettere a punto solo il meglio, hanno permesso e permettono di far conoscere al mondo ed a Voi quanto di buono la mia terra friulana può offrire.

Vi consiglio di tenere sempre nel armadio dei liquori la Quintessenza che, per i palati femminili è momento di vero godimento. Gustare un Amaro che non è né dolce né amaro (da qui il nome) per noi donne è quel ricercato di classe che ci permette di concludere il pranzo o la cena con la massima raffinatezza.

Per i palati più esigenti consiglio anche: Ue Nonino La Riserva dei Cent’anni – Cuvéé Nonino Millesimata, Grappa Nonino Cru Monovitigno Fragolino e Gioiello Distillato di Miele Millesimato.

Da oggi ,però, gli amari e le grappe NONINO possono essere usate anche nei  cocktail, come proposto da alcuni grandi barman ,ecco qualche esempio:

PASSION NONINO
3 cl di grappa Nonnino Cru Monovitigno Fragolino
1,5 cl Cinzano Bianco
1 cl Aperol
1 cl Passion juice
0,5 cl Rose syrupe

COCKTAIL QUINTOFIORE
50 ml Amaro Nonino Quintessenza
1 Top di Soda
1 lime; zucchero di canna
2 foglie di menta

Nel 1977, inoltre, è nato il Premio Nonino di Letteratura, annualmente, prima nella residenza Nonino e da qualche anno nella nuova distilleria, si tiene la premiazione , con calore friulano, degustazioni di prodotti tipici in piatti preparati ad arte dai maggiori chef regionali e gli immancabili prodotti Nonino per lasciare ad ogni ospite un buon ricordo del Friuli.

Ringrazio Gianola, Benito, Cristina, Antonella e Elisabetta Nonino perché , con i loro prodotti, fanno conoscere al mondo questa terra quasi sconosciuta ma con grandi potenzialità che è il Friuli Venezia Giulia.






 (Alcuni scatti della distilleria Nonino e del piccolo Borgo nel Comune di Pavia di Udine dove la famiglia sta recuperando un antico casale. . .  curiose di vederlo ristrutturato. ..)

giovedì 20 ottobre 2011

Le creazioni di Enrico Buccella

TRAHIT SUA QUENQUE VOLUPTAS
Ognuno è attratto da cio' che gli piace ( Virgilio da " Le Bucoliche" )

" Un motto che esprime al meglio la mia filosofia perchè è un inno alla gioiosa libertà di seguire le proprie preferenze e desideri. E' l'esaltazione della persona e dei ricordi.
E' agli spiriti liberi che sono dedicati i miei profumi"
Parole di Enrico Buccella , straordinario creatore di fragranze, con un background di imprenditore nel settore chimico, sostenitore della profumeria di ricerca.
Le creazioni di Enrico Buccella sono espressione della migliore profumeria selettiva, caratterizzata da un'attenta scelta delle materie prime  e da una grande libertà creativa, nutrite di memorie e suggestioni provenienti dalla natura, dalla storia, dalla vita.
Tre le linee: SIGILLI, linea storica, importante, decisa, CERCHI nell'ACQUA, linea più morbida , di più semplice comprensione, LE VOILES DEPLIEES ( A vele spiegate) linea fatta di affreschi profumati di un luogo o di un momento della vita.
Profumi esportati con successo all'estero, Inghilterra, Germania, Russia, Paesi Arabi, amati in Italia dagli innamorati dei profumi veri, dagli intenditori della purezza e trattati da vere profumerie di nicchia seguite personalmente dal creatore.
Durante il nostro incontro abbiamo ascoltato la sua storia, abbiamo vissuto i suoi inizi, abbiamo fatto domande, abbiamo guardato, abbiamo annusato, con emozione abbiamo  visitato il suo laboratorio dove sono presenti tantissimi olii essenziali, selezionati anno per anno dalle produzioni migliori, alcuni di questi sono trattati per ottenere il meglio, attraverso delicate procedure di invecchiamento.




Abbiamo stuzzicato il nostro olfatto con decine di touche imbevute delle sue fragranze e di ognuna abbiamo ascoltato la storia, capito la composizione, siamo tornate bambine annusando il profumo delle ciliege, quelle vere, quelle che da piccole con nostra madre 'sciroppavamo' per poi guarnire il gelato, ci siamo stupite quando abbiamo annusato  'tu hai mai raccolto i pomodori?' ed abbiamo ritrovato lo stesso profumo vivo che ti rimane sulla pelle dopo che in estate raccogli dalle piante i pomodori.
Ma chi sono gli spiriti liberi a cui sono dedicati questi profumi?
Sono quelle persone che si profumano per stare bene con loro stesse, quelle persone che hanno il coraggio di indossare profumi particolari, perchè piacciono a loro e se ne infischiano del giudizio altrui. . . poesia per le nostre orecchie.
Piano piano stiamo scoprendo le varie fragranze, alcune ti colpiscono subito altre richiedono più tempo.

E' stato subito amore con:

EA ( linea Sigilli) : acqua, mare, quel profumo  che c'è nell'aria quando cammini al tramonto in riva al mare ammirando il sole scendere ed ascoltando l'acqua che si infrange sulle rocce.


DES SALINS (linea Le Voiles Depliees): note fresche , profumo di lenzuola di lino lavate con la cenere e stese sull'erba con il vento che le accarezza.


ASPROSA (linea Sigilli): odore di rugiada, ricordi di infanzia, di passeggiate nel giardino con erba, fiori , alberi da frutto ed ortaggi, una sensazione di vitalità che ti da la carica per affrontare gli impegni della giornata.


Ci è voluto qualche giorno in più per innamorarsi di:

WHITE OUT (linea Cerchi nell'Acqua) vaniglia, muschio, toni legnosi e verdi, note fiorite, l'odore del freddo, del bianco, bianco su bianco fino a perdersi. Sulla mia pelle, in contrasto, sensazione calda, il caldo di un abbraccio, di un bacio, di una carezza. . . quella sensazione che ti riempie il cuore e ti fa sentire i brividi lungo la schiena.

PICCOLO AMOR ( linea Sigilli): patchouly, vaniglia e muschio, profumo della persona amata, dedica ad un piccolo amore.


Un mare di odori, di emozioni, di sensazioni in cui scegliere, in cui perdersi per essere davvero, finalmente, uno spirito libero.

www.humbra.it







lunedì 17 ottobre 2011

Rivoluzione cosmetica: Million Age Cream




Una crema speciale, lussuosa e super rigenerante che si propone di diventare l' UNICA crema , da utilizzare per il giorno, per la notte e per il contorno occhi..
Un sogno, almeno per noi due e per i nostri armadi dedicati ai cosmetici...
Questa crema è prodotta da Petra Extra Regenerating e nasce dall'esigenza di una giovane imprenditrice di creare una crema con un potere rigenerante estremo per ridare giovinezza alla pelle di una persona a lei cara, fortemente segnata da un profondo dolore.
Il segreto di Million Age Cream è dato dalla scoperta che alcune sostanze rafforzano le loro proprietà se messe a contatto con l'acqua vulcanica, la creatrice sposa , inoltre, la teoria orientale dei cinque elementi dove la terra regna al centro e collega fuoco, metallo, acqua e legno per un equilibrio perfetto.
Studio, ricerca, prove, prove ed ancora prove per riuscire a creare questa preziosa miscela di sostanze funzionali all'avanguardia alla quale viene donata un'ulteriore energia lasciando decantare e maturare gli ingredienti nell'acqua estratta dalle profonde falde rocciose.
A tutti i componenti viene donata una particolare forza rigeneratrice catturata nell'antico percorso vitale della roccia vulcanica attraverso un segreto procedimento di stabilizzazione delle molecole studiato in un rinomato laboratorio italiano all'avanguardia nel campo dermocosmetico.
Così gli organi del corpo corrispondono agli elementi che, se alimentati interiormente ed esteriormente, rimangono vitali, la pelle ed i tessuti mantengono giovinezza e ritrovano energia e tonificazione a livello profondo.
Che cosa contiene la crema?
Acido alfa lipoico: antiossidante, staminali vegetali: rigeneranti, alghe fresche omogeneizzate: rimineralizzanti, acido ialuronico: superidratante, polpa di aloe: lenitiva, karitè e jojoba: riparatori ,DMAE ( Di Metil Ammino Etanolo) e fitoestrogeni: rassodanti e poi vitamine: retinolo, pantenolo, vitamina C ed E.
Una crema  innovativa per una pelle che riflette davvero energia e benessere.

mercoledì 12 ottobre 2011

The old newspapers are fashionable

Ai tempi dei nostri nonni leggere i quotidiani era un momento di discussione e scambio di opinioni che nel tempo ha portato alcuni 'salottieri' a conservarli.
Il risultato di questa abitudine ha dato la possibilità a qualche nipote di trovare sgabuzzini stracolmi di vecchi giornali.
Oggi questa abitudine di leggere al mattino i quotidiani davanti ad una tazza di caldo caffè sta diventando quasi un'utopia per mancanza di tempo, per la fretta che tutti abbiamo, per la comparsa di internet e dell' iPad . . .


Oggi c'è chi, con i vecchi giornali, sta costruendo la propria fortuna aiutando anche l'ambiente. . .

Aziende come:

2periodico (www.2periodico.com)




CeeBee ( www.ceebee.it)



creano accessori originali ed unici partendo da vecchi giornali, borse che fanno diva con la giusta attenzione per l'ambiente in cui viviamo. . .
Il 50% del materiale necessario per produrre una borsa è materiale riciclato e riutilizzato in ogni sua parte.
Abbiamo la possibilità di indossare un pezzo unico perchè, se il modello può puo' essere uguale ad altri, gli articoli di certo no.



venerdì 7 ottobre 2011

Business and life

Qualche giorno fa abbiamo parlato del malumore generale che si respira nel nostro paese ed abbiamo affermato che la moda è una delle nostre eccellenze, uno dei punti da cui ripartire per risollevare la nostra immagine nel mondo. . . ecco, dopo cio' che abbiamo ascoltato qualche sera fa, non vorremmo dover dubitare anche di questo.
Si è parlato di una pratica, la sabbiatura, che viene eseguita sui jeans per consumare il tessuto e donare quell'effetto 'vissuto' che tanto piace.


Ebbene, tale pratica è estremamente pericolosa, provoca nei lavoratori la silicosi, malattia per la quale non esistono cure, che porta alla morte.
Ci sono stati parecchi appelli per utilizzare altre procedure che donano lo stesso effetto sul tessuto senza provocare danni alla salute  ( certo, la sabbiatura viene eseguita in paesi estremamente poveri, con manodopera a basso costo, senza il rispetto  degli obblighi di sicurezza, quindi è molto conveniente. . .) molti stilisti hanno aderito, alcuni, invece, evitano di parlarne. . . 
Beh, magari è il caso di riflettere un'attimo, cari Stefano, Domenico e Roberto, forse è preferibile guadagnare qualche soldo in meno su un paio di jeans piuttosto che avere delle vite sulla coscienza. . .

giovedì 6 ottobre 2011

Goodbye Steve


" L'unico modo di fare un ottimo lavoro è amare quello che fai. Se non hai ancora trovato cio' che fa per te, continua a cercare, non fermarti, come capita per le faccende di cuore, saprai di averlo trovato non appena ce l'avrai davanti. E, come per le grandi storie d'amore, diventerà sempre meglio col passare degli anni. Quindi continua a cercare finchè non lo troverai.
Non accontentarti.
Sii affamato.
Sii folle."

( Steve Jobs, 1955 - 2011)

Addio e GRAZIE. . .

mercoledì 5 ottobre 2011

Parigi: Primavera Estate 2012

Qualche commento su cio' che è stato visto a Parigi. . .

Christian Dior

Non c'e' Galliano e si vede. . . 
Graytten presenta una collezione tributo, ovviamente attualizzata, al fondatore della maison ed alla sua creatività. Silhouette in primo piano con linee pure e geometriche, abiti, gonne e giacche che sottolineano il punto vita.
Interessante, ma manca quel qualcosa in più, manca la scintilla che, solitamente, lasciava il pubblico a bocca aperta. . . forse , manca John.




Chanel

Più che degli abiti mi soffermerei a parlare della scenografia: STREPITOSA!
Al Grand Palais Chanel ha creato un mondo sottomarino fatto di pesci, coralli, alghe, conchiglie e perle ( tanto care a Madamoiselle).
Collezione sofisticata, abiti impreziositi dal colore della madreperla, giacche preziose rese ancora piu' femminili dalle perle e perle utilizzate anche nelle acconciature.





Luis Vuitton

Incantevole la scenografia . . .




Hermes

Mah. . . continuo ad amare la Birkin e la Kelly. . .



lunedì 3 ottobre 2011

mollo tutto e vado via



Una continua corsa al risultato e all’essere migliori, un’ansia che ci assilla anche quando andiamo a letto.
Ma chi ci ha portato a vivere così?
La nostra società competitiva in modo isterico.
A partire dalle scuole primarie dove nessuno può andare male, per poi passare alle Università che vogliono produrre vincitori con abilità fuori misura per poi arrivare al mondo del lavoro dove, ogni 12 mesi ci sediamo di fronte ai nostri superiori per discutere del nostro bonus annuale se ce lo meritiamo oppure no…
Mi rivolgo alla gente seria che lavora, che non pretende nulla da nessuno e non ai fancazzisti, veri e propri arrampicatori sociali…
Ma gli sforzi al giorno d’oggi vengono veramente valorizzati e non parlo solo in termini economici?
Ma secondo Voi, chi sta qualche gradino più in alto di noi è veramente in grado di valutarci, osservarci ma soprattutto insegnarci qualcosa al fine di migliorarci?
Malumori, malessere interiore ( superati solo  da chi ha un carattere forte) voglia di riscommettere su se stessi, difficoltà economiche e incertezza sul futuro, stanno aumentando le
FUGHE
“mollo tutto e me ne vado”
Determinazione e rischio che assale tutti dai 20enni ai 40 enni, ma la voglia di rimettersi in gioco autonomamente o dimostrando ad altri capacità che nel nostro paese non venivano apprezzate sono molto più forti.
Ebbene, casi di successo ci sono eccome…
L’aspetto che mi ha colpito di più tra 63 interviste fatte è che in tutti i casi la qualità della vita è migliorata, anche per quei nuclei familiari dove ci sono ancora le difficoltà ad arrivare a fine mese, ma il tutto viene vissuto senza stress ed ansie perché l’ambiente che li circonda è sereno. 
Non è un invito a scappare, ma a riflettere sul mondo “malato” in cui viviamo.  


Nei prossimi giorni riprenderemo a parlare anche di moda, commentando la fashion week parigina e presentando dei prufumi molto speciali.