venerdì 20 aprile 2012

L' aMURR: il nostro ingrediente segreto!


Con grande gioia, qualche settimana fa, abbiamo incontrato Roberta ed Antonio MURR, due stylist apprezzatissimi e famosi, ma soprattutto due persone eccezionali  che ci hanno completamente conquistate con la loro positività, con la loro sensibilità, con la loro capacità di emozionarsi e di emozionare.

Ecco a Voi  Mrs. and Mr. MURR:


FNB       -   Quando è nata la Vostra passione per la moda?
MURR  -  Roberta: Da piccolina sono cresciuta con la nonna sarta perché i miei genitori erano sempre fuori per  lavoro. . . La aiutavo a preparare i cartamodelli degli abiti, a cucire ed a tagliare i tessuti…. Quindi respiro moda da sempre.
Antonio: sono cresciuto in una famiglia di donne. Le mie sorelle, più grandi di me,  sono state  le mie modelle, da vestire, pettinare, truccare . . .

FNB      -   Come sono nati i Murr?
MURR  -  Ci siamo conosciuti in uno studio fotografico, dove eravamo entrambi per lavoro. E’ subito nata una forte complicità di amicizia, collaborazione e poi, a poco a poco, è arrivato l’aMURR.

FNB      -    Un momento della Vostra carriera che ricordate con particolare piacere?
MURR -   Anni fa, al rientro da un lungo viaggio negli Stati Uniti ( nel momento di maggior successo lavorativo, ma anche di super stress) ci siamo chiesti se eravamo felici e se era quella la vita che volevamo vivere.
La risposta è stata NO! ! ! !  Da quel momento abbiamo rivoluzionato tutto e ricominciato insieme con tanto aMURR. Per realizzare i nostri sogni e per essere felici è stato indispensabile metterci in discussione e non aver avuto paura di ricominciare perché in qualsiasi momento imparare nuove cose vuol dire crescere ed arricchirsi.
E’ stato in quel periodo di nuova vita che abbiamo saputo che sarebbe arrivato il piccolo Mario: avevamo fatto centro!!!!


FNB       -    Come conciliate il lavoro e la coppia?
MURR  -    Semplicemente con l’armonia, il rispetto e con l’ingrediente segreto più importante . .. l’aMURR!

FNB       -   Avete lavorato negli Stati Uniti, cosa Vi ha lasciato questa esperienza?
MURR  -   Il senso di libertà, l’intraprendenza, la meritocrazia e  l’orgoglio di sentirsi una nazione

FNB      -   C’è qualcosa che non vi piace del mondo della moda?
MURR  -   Non ci piace che la gente sia sempre troppo seria ed arrabbiata spesso  per cose futili. Le persone che lavorano nella moda non si rendono conto che non stanno salvando delle vite umane e che bisogna gioire delle fortune che si hanno.

FNB      -   Lo stile è  una dote innata? Si può migliorare? Si può apprendere?
MURR  -   Noi siamo convinti che sia un dono, qualcosa di innato e che non si possa apprendere, ma ci si può provare. . .

FNB    -    Voi avete uno stile inconfondibile, estroso e molto raffinato, da dove traete ispirazione? Avete delle icone di riferimento?
MURR -  Non abbiamo delle icone di riferimento ma facciamo tanta ricerca, amiamo i mercatini dell’usato, ci piace il vintage, il mix and mach. Adoriamo giocare con la moda in quanto la moda è gioco, l’importante è non perdere lo stile!!!


FNB       -   Un accessorio indispensabile per la donna e per l’uomo?
MURR -   Per la donna senz’altro un paio di scarpe tacco 12 e. . . le ballerine sempre in borsa . . . Per l’uomo sicuramente la borsa … chi l’ha detto che la borsa è un accessorio solo femminile?

FNB       -   Il capo che non può mancare nell’armadio di una donna?
MURR  -   La camicia con il fiocco per ogni occasione.

FNB       -  Quali sono gli errori più comuni che riscontrate guardandovi attorno?
MURR - Notiamo che la gente si copre, non si veste. Tutti vorrebbero essere quello che non sono senza riuscire a godersi quello che hanno.
Questo vuol dire che ognuno di noi ha pregi e diffetti e bisogna imparare ad esaltare i primi ed a camuffare i secondi.

FNB      -  Da qualche anno collaborate in TV con Giusi Ferrè, senza dubbio la più grande giornalista di moda in Italia, che rapporto avete?
MURR  -  Giusi è fantastica professionalmente ed umanamente e per noi è un onore lavorare con lei.
Trascorrere del tempo con Giusi è un continuo crescere, conoscere, imparare, grazie anche alla sua grande umanità.
E’ un pozzo da cui attingere cultura, siamo completamente innamorati di lei ed ogni  volta che ci racconta qualcosa. . .  ci ipnotizza.

FNB  -  Seguendovi in TV, oltre all’indubbia professionalità e conoscenza della moda, colpisce la Vostra sensibilità, la dolcezza e la capacità di  ascoltare le persone. . . Vi sentite un po’ degli psicologi? E che effetto fa trasformare una persona e rivedere in lei il sorriso, la gioia di sentirsi bene?
MURR  -  Noi lavoriamo attraverso un percorso psico-emozionale.
La nostra cliente è solitamente una persona che, tracciata una linea orizzontale su quanto è stata la sua vita fino a quel momento, ha bisogno di ripartire. E’ importante ascoltarla, capirla e soprattutto capire ciò che cerca. Ridarle fiducia ed aiutarla a credere di nuovo in se stessa.
Prima bisogna lavorare interiormente, successivamente si può procedere alla trasformazione esterna.
Vedere gli occhi della nostra cliente che si illuminano davanti alla sua immagine riflessa nello specchio e vederla ammirarsi e sorridere di ciò che vede, per noi è la soddisfazione più grande, è ripagarci di ogni fatica.



FNB  -  In questi ultimi anni si è messa sempre più in luce la categoria delle fashion blogger , prima catalizzando l’attenzione del web e poi anche quella degli stilisti , tempo fa abbiamo letto una polemica da parte di una giornalista per la presenza, nelle prime file delle sfilate, di queste nuove figure, Voi cosa pensate a riguardo?
MURR  -  Noi siamo molto aperti, ci piacciono le cose nuove, le idee nuove, ed è importante avere più punti di vista possibili. C’è spazio per tutti. Polemizzare è sciocco e la cosa fondamentale è fare bene il proprio lavoro, mettendoci sempre tanta passione. Noi amiamo il mondo dei blog e siamo blogger a nostra volta: guardiamo tutto, leggiamo tutto, a volte, alcuni blog, possono anche essere fonte di ispirazione.
Amiamo le nuove generazioni, amiamo i blog e siamo a nostra volta molto amati dai blogger.

FNB   -  Avete un blog, una pagina Facebook , un account Twitter e siete molto seguiti ed amati, sentite tutto questo affetto? E per Voi quanto è importante il rapporto diretto con il vostro pubblico?
MURR  -  Percepiamo assolutamente l’affetto del nostro pubblico, della gente che ci segue, ed il rapporto diretto, per noi, è importantissimo. Ci occupiamo personalmente delle nostre pagine, certo , in alcuni momenti siamo più presenti, in altri (con carichi di lavoro superiori) lo siamo di meno, però ci teniamo tantissimo ad esserci, ad esserci sempre noi, perché al momento non vogliamo delegare.
A breve ci saranno delle sorprese che riguarderanno il blog , che per noi non è solo un insieme di pensieri, ma è soprattutto emozioni . . . una raccolta di immagini della nostra vita, sempre condite con il nostro  ingrediente segreto: l’aMURR. . .

Un grazie speciale a Roberta ed Antonio 
per ogni aneddoto, per ogni consiglio, per ogni sorriso







martedì 17 aprile 2012

Appuntamento con l'emozione: Arnoldo][Battois all'Hotel Metropole di Venezia

L'Oriental Bar del prestigioso Metropole Hotel di Venezia, con la propria eleganza e la vista mozzafiato sulla laguna veneziana, sarà la cornice dell'esposizione Fashion Design Made in Venice ed in particolare, fino al 30 Aprile, delle creazioni di Arnoldo][Battois.



Le borse esposte sono tre, forse le più conosciute, sicuramente quelle che più rappresentano il legame con Venezia e la tradizione di questa splendida città: Elefante, Falena e Colibri.




I due designer , qualche tempo fa, ci dissero a proposito della borsa Elefante: " Questa borsa contiene molti dettagli estrapolati da Venezia, gli elefanti in ottone con anello, battenti di portoni bizzantini, si sono trasformati in attacchi per manici concepiti come cime di navi, attraverso l'intreccio di cordini di nappa "



Un' occasione unica per ammirare queste opere d'arte in uno dei luoghi più scenografici della LORO città, certe che tale visita trasmetterà forti emozioni.


Metropole Hotel
Riva degli Schiavoni, 4149
Venezia 


Arnoldo][Battois

mercoledì 4 aprile 2012

Happy 40th Birthday Manolo

" Prenda il borsellino, l'anello e l'orologio, ma per favore non le mie Manolo"


Sono passati alcuni anni dalla serie tv che meglio riassume il feticismo scatenato dalle creazioni di Manolo Blahnik, il famoso stilista delle Isole Canarie che è approdato a Londra a fine anni Sessanta e da lì, nel 1972, è partito alla conquista del mondo con le sue scarpe a stiletto. . .e, malgrado il seducente assedio delle suole rosse di Louboutin, il 'calzolaio matto' è in perenne ascesa...
così titolava il New York Times qualche mese fa :
 " Mentre Louboutin è al tramonto, Manolo Blahnik è diventato un classico"
Un bel successo per il designer che ha recentemente raccontato di aver iniziato realizzando scarpette di stagnola per le lucertole che catturava nella piantagione di banane dei genitori, alle Isole Canarie...




Oggi realizza circa 300/350 paia di scarpe all'anno, tutte rigorosamente a mano e con materiali sorprendenti come foglie, cortecce, perline veneziane, piume, titanio, ecc...
Alcune creazioni, considerate sculture in miniatura, sono esposte al Metropolitan di New York ed al Victoria and Albert Museum di Londra.
Originalità all'avanguardia unita alla solidità di scarpe da indossare tutti i giorni. . . ecco la formula che ha conquistato le dive di tutto il mondo.




Scarpe da regina, così belle e comode da perderci la testa ( oltre al borsello,  l'anello e l'orologio) e farti dire:
"Salve sono Carrie Bradshow, volevo avvisarvi di persona che sto per sposarmi...con me stessa! E la lista nozze è da Manolo Blahnik "