martedì 26 giugno 2012

Paradiso Terrestre



Paradiso Terrestre
Aspre montagne verdeggianti colorate da mille e mille fiori e dagli enormi limoni
Aromi soavi
Profumo di fiori, di gialli limoni
Profumo di mare cristallino, profumo di salsedine
Fiabeschi centri abitati incastonati tra le rocce come pietre preziose
Pensieri leggeri, sogni ad occhi aperti
Passeggiate e bagni di sole sorseggiando spremute di limone ghiacciate
Ed ancora
Artigiani veri, negozietti e boutique in cui perdere la testa
Fragranze da odorare ed innamorarsi
Aperitivi in riva la mare...

Tutto questo è la Costiera Amalfitana . . . 


















I nostri DA NON PERDERE in Costiera Amalfitana:


Ristorante IL TARI'  in Via P. Capuano, 9 ad Amalfi 






Creazioni Artigianali ANTICA POSITANO di Carmine Todisco
in Via Saracino nel cuore di Positano
(è stato il calzolaio di Jackie Kennedy)








Carthusia - I Profumi di Capri - in Corso Italia, 117 a Sorrento
Telefono 081 8370368 http://www.carthusia.it/






Limonoro - Specialità di Sorrento - in Via S. Cesareo, 49/53 a Sorrento
Telefono 081 8072782  mail: limonoro@libero.it







domenica 24 giugno 2012

THotel Cagliari: Atmosfera unica


molto più di un hotel




ogni momento che trascorriamo all'interno dell'hotel è un'emozione unica volta a soddisfare ogni nostra singola esigenza e perchè no ... anche qualche capriccio...

Camere spaziose dotate di ogni confort, ma sopratutto panoramiche. Se scegliete la torre, che da 7 anni è diventata un simbolo per la città di Cagliari, potrete godervi un bagno con vista Cattedrale e ammirare i gabbiani che volano da un tetto all'altro.


Lasciatevi sedurre sedute nel giardino esterno con un drink, preparato accuratamente dallo staf gestito da Alberto, simpatia ed eleganza vi cattureranno, l'ambiente è ampio ma musica e colori vi consentiranno di rilassarvi e trovare la vostra privacy.

La Tspa è conosciuta in tutta la Sardegna per l'elegante piscina completa di bagno turco e sauna,  per i trattamenti estetici e per i favolosi massaggi.
Anche chi viaggia per lavoro, deve assolutamente ritagliarsi un'ora per provare un massaggio total boby, chiedete un appuntamento con Aldo, ... mi ringrazierete per il consiglio!






E' scontato dire che il menù della cena è ottimo, ma sopratutto ha i profumi della Sardegna. Nouvelle cousine in chiave moderna e con una spruzzo di tradizione locale.

Tradizioni, usi e arte locale si respira sempre quando si entra al Thotel perchè, anche loro, come il nostro blog, da spazio e visibilità a titolo gratuito agli artisti locali mediante una vera e propria mostra e descrivendo ogni singola esposizione.
Non c'è business, ma desiderio di parlare di ciò che è bello e farlo conoscere al mondo. Il Thotel viene visto come un regalo fatto alla città di Cagliari perchè  turismo e conferenze internazionali permettono di esternalizzare manodopere vere fatte di lunghe tradizioni.





Parlo del Thotel per la sua bellezza e per i servizi che offre, ma sopratutto per la professionalità, l'educazione e la simpatia del personale.
Chi viaggia parecchio ha una unità di misura per valutare queste competenze e se veniamo catturati, ci avete conquistato.

E' arrivata l'estate, il mare della Sardegna lo conosciamo tutti, se potete aggiungete nel vostro calendario vacanze anche qualche giorno in questa incantevole città fatelo... per il soggiorno non dovrete utilizzare link di ricerca ma solo contattare l'ufficio prenotazioni Thotel o il loro sitoweb


Ufficio Prenotazioni: +39 070 47400


Questa la mostra che potrete ammirare da luglio a settembre

TECNICA

T Hotel, 3 luglio – 27 settembre  2012

A cura di: Giovanni Ottonello, Tramare, T Art.

In uno spazio privilegiato e contemporaneo come il THotel si fonderanno insieme innovazione e tradizione per regalare alla città una diversa opportunità di vedere il mondo dell’artigianato che ha reso la Sardegna famosa in tutto il mondo. Per la prima volta non un percorso espositivo estetico ma anche e soprattutto didattico, di valorizzazione e promozione, per comprendere cosa si nasconde dietro un tappeto o quali strumenti sono necessari per realizzare un prezioso bottone in filigrana.
Quante volte abbiamo avuto occasione di desiderare o di ammirare un manufatto ma forse non abbiamo mai avuto il privilegio di capire come sapienti mani e semplici attrezzi arrivano a realizzare manufatti di importanza culturale altissima  che spesso ci dimentichiamo di possedere come patrimonio non solo regionale.
TECNICA, questo il titolo della nuova mostra, vuole raccontare, in un percorso armonico e speriamo esaustivo, il backstage di tutte le eccellenze sarde attraverso quelle che sono considerati altrettanto eccellenti opere d’arte. Un pezzo di una bottega artigiana troverà collocazione nella grande hall del THotel per non dimenticare mestieri e tecniche che si tramandano da secoli dove gli oggetti prodotti si sono trasformati da semplici oggetti d’uso comune in progetti o capolavori museali.
                                                                                                                      Giovanni Ottonello

La nuova mostra estiva esprime voglia di riscoprire le  antiche pratiche di lavoro, senza dimenticare l’entusiasmo dei tempi che cambiano. Ieri e oggi a confronto, uniti dalla ricercatezza nei tessuti, nelle ceramiche, nei gioielli, e nelle materie prime. L’immaginazione rispolvera la memoria e il THotel si conferma vetrina di autenticità e suggestive atmosfere. Otto isole, otto angoli dedicati alle tecniche di produzione. Ecco presentati gli strumenti, spiegati i diversi processi di lavorazione ed esposti i prodotti finiti.
Intrecci, Tessitura, Ceramica, Intaglio, Oreficeria, Coltelleria, Ricamo e Sughero: un percorso alla scoperta del patrimonio artistico locale.





martedì 19 giugno 2012

GYROTONIC - dalla forma perfetta alla perfetta forma fisica

Tra giornate full e continui stress telematici è arrivato il momento di pensare a me.

Da tempo volevo iniziare a frequentare lezioni private di pilates, ma sono stata catturata da una nuova disciplina:

il Gyrotonic!

Che cos'è?

E' una serie di esercizi che rendono funzionali, integrati ed interdipendenti tutti i gruppi muscolari.
Il gyrotonic agisce su articolazioni e muscoli per mezzo di movimenti sferici ondulatori e ritmici in cui nessuna parte del corpo rimane inattiva.

Fondamentale è la respirazione, sincronizzata con ogni esercizio e capace di ritmi cardiovascolari aerobici delicati o vigorosi a seconda dell'intensità e della velocità di esecuzione.

Inoltre il Gyrotonic aumenta la capacità funzionale della colonna vertebrale che diviene significativamente  meno predisposta agli infortuni e conferisce una postura corretta ed elegante.

Nel Gyrotonic abbiamo i principi della danza, dello yoga, delle arti marziali, del nuoto e di altre discipline, unite nella moderna scienza del movimento che impegnano simultaneamente muscoli, tendini, legamenti ed articolazioni con l'obbiettivo di rendere il corpo più flessibile, forte, tonico ed agile.

Questa è la macchina più utilizzata:



Vi consiglio una seduta ogni 10 giorni

Sarete più elastiche, ma soprattutto più serene . . . 



Indirizzi per Roma e Milano

Roma:

Centro White Cloud Studio - Via Giovanni Battista Tiepolo, 13
Tel. 06 74789203

Milano:

Gyrotonic Milano - Viale Gorizia, 2
Tel. 02 94390994


Buon divertimento!!!


mercoledì 13 giugno 2012

Patrizia Camba : storia di un successo


Molte volte mi ritrovo a riflettere sul perché stilisti che dimostrano talento ed amore per ciò che fanno, che ricevono innumerevoli apprezzamenti per le loro creazioni, non riescano ad emergere nell’elitè della moda. . .

Forse perché non sfilano nelle città più fashion? 
O perché finanziatori ed enti non sanno o non vogliono scommettere su chi un nome cerca di costruirselo con impegno e tanto lavoro? 
Certo, puntare dove il tornaconto è già assicurato risulta più semplice.

Questa è l’Italia delle utopie che promette e non mantiene, è l’Italia dei “potenti” che a parole incentiva e supporta tutti, ma solo a parole. . . è l’Italia dell' incoerenza.

Per fortuna, però, c’è chi crede nelle proprie potenzialità, nel proprio istinto, chi crede nei propri sogni, chi guarda al prossimo e non aspetta nessuno, ci sono Stilisti che creano per passione, per regalare un momento di piacere a chi indossa un loro abito e magari poi li ringrazia per l’emozione che ha potuto vivere. 
Stilisti per i quali questi attestati di stima valgono più che comparire sulle copertine delle riviste patinate.

Questo è il mondo di Patrizia Camba, questo è ciò che provano le sue clienti.

Pragmatica, diretta, umana, Patrizia Camba ti travolge e ti conquista.

Entrare nel suo Atelier è come entrare in un salotto di un'amica, ti legge negli occhi e sa già cosa vai cercando.






Patrizia Camba è Sardegna, la sua terra è fonte di ispirazione dai tessuti ai colori...
Patriza Camba è istinto, è stile, è guida ...
Patriza Camba è tradizione ed eleganza, con un accento orientale...
Patrizia Camba è rituale, clienti che vogliono pranzare con la stilista e il suo staf nel piccolo giardino coperto di colori e profumi per condividere l'esperienza e il calore...


Ho incontrato Patrizia  perchè mi è capitato più volte di sentir parlar di lei durante le mie trasferte lavorative in Sardegna, ho letto la sua storia, ho visto alcuni  suoi modelli e volevo ammirarli da vicino, ma soprattutto capirli, perchè ogni capo ha la sua storia ed un insieme di materiali unici.

Patrizia disegna senza seguire le mode, ma seguendo solo il suo istinto, guardando le persone che la circondano senza mai dimenticare l'eleganza raffinata e semplice.

Tessuti macramè, orbace di pecora nera e bianca, piquet e seta dipinta a mano, rifiniture antiche, doppiature in broccato di seta, bottoni in cuoio e madreperla, ogni abito una sensazione diversa.

Nelle ore trascorse assieme a Patrizia  la soddisfazione più grossa è stata vedere le clienti che entravano nell' Atelier per ringraziala e congratularsi con Lei per la bella figura che avevano fatto al loro evento.

Possono sembrare atteggiamenti scontati quando si indossa un bel capo, ma quando la perfezione non è scontata e va ricercata passo dopo passo, alla fine fa sentire musa anche chi non cammina su tacchi 12 tutti i giorni o chi indossa un abito da sera raramente.

Questa è l'umanità di cui parlo, non la falsità utopistica scontata di chi può.

Ho voluto indossare alcuni capi e riportavi una breve descrizione:

Terra bruciata, per una donna vulcanica con una personalità molto forte
pezzi di ceramica Raku (artista Massimo Boi)




Cappotto in tela di lana
doppiato in ottoman di seta
ricamato dalle ricamatrici di Teulada



Cappotto in orbace
di pecora nera di Arbus
colore naturale non tinto
bottoni in cuoio
doppiatura in broncato di seta


Abito in piquet in cotone
stile anni '60


Contatti:


Atelier e Produzione:


Via Farina, 67 - Cagliari
Tel. 070 666370
mail: info@patriziacamba.com


Il sito web di Patrizia Camba