domenica 10 febbraio 2013

Io appoggio l'invito di Donatella Versace




 
“Propongo un tavolo di discussione a casa mia con Giorgio Armani, Minuccia Prada, Frida Giannini, Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Siamo i cinque “nomi che tengono in piedi il calendario delle sfilate di Milano: ci vuole una strategia coordinata tra noi per provocare la svolta necessaria alla moda italiana”.














“...Dobbiamo fare squadra e cambiare velocemente rotta, stiamo rischiando di mandare alla deriva un patrimonio comune”...

“...La nostra moda sta perdendo di rilevanza nel fashion system internazionale, ormai gli stranieri ci prendono in considerazione solo perchè facciamo fatturato, ma non ci vedono come creativi che fanno tendenza. Bisogna valorizzare la creatività italiana. E' la prima al mondo per stile, bellezza e qualità ma questo non basta più.”

“...Io tutte le mattine davanti allo specchio mi chiedo se ho fatto abbastanza per modernizzarmi. Non è tanto una questione di età, ma chi lavora nella moda  lo deve fare, la moda si nutre di cambiamenti. Nelle altre città si respira un'aria diversa.”


COME?

“...appoggiare i giovani designer italiani e nominare un ammistratore delegato che gestisca Camera Moda come un'azienda.”

Aspetto Giorgio, Minuccia, Frida, Domenico e Stefano per fare il punto della situazione. Prima che sia troppo tardi.


Donatella Versace



Mettete da parte l'orgoglio e accettate l'invito di Donatella, salvate l'unica eccellenza della quale l'Italia si può realmente vantare.



Se amate la moda italiana, UNITEVI.



Nessun commento:

Posta un commento