martedì 5 febbraio 2013

Oltre confine: MODA, AUTODISCIPLINE SPIRITUALI E CUCINA

Moda, autodiscipline spirituali e cucina viaggiano nei vari continenti per "rubare" idee, stili e abitudini per abbinarli alla cultura locale.

Sulle ultime passerelle, quasi tutti gli stilisti hanno voluto dimostrare che è possibile un'unità, che l'uguaglianza dei popoli, anche se lontani è vicina e che siamo tutti uguali.

Kimono e tunica lunga su pantaloni ampi per JEAN PAUL GAULTIER:



Kimono rivisti nei tagli su spalle e schiena indossati su pantaloni ampi alla caviglia per VERONICA ETRO:




Origami di balze e orli di gonne e bermuda per PRADA:



Colori delle lacche cinesi stampati su lunghe giacche alla coreana e ricami di dragoni e tigri dorate su giacche corte per EMILIO PUCCI:





Preferenze messicane e di alture andine per VIVIENNE WESTWOOD e RALPH LAUREN:





Sarà la società di oggi che ci porta sempre più, a sopravvivere senza più un senso morale, soffocata dall'avidità materiale  facendoci perdere il reale valore umano di noi stessi e dell'essere umano in generale che autodiscipline spirituali come lo yoga e il pilates stanno diventando appuntamenti fissi per parlare con il proprio IO.


Vogliamo trovare una guida che ci formi ad affrontare il mondo "malato" in cui viviamo. L'essere più razionali e meno istintivi crea in noi una difesa maggiore e più spirituale.


Non basta, perchè molti di noi ricercano l'illuminazione interiore anche con il cibo: 

                                            NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

Negli ultimi quindici anni abbiamo avuto un incremento di ristoranti etnici, soprattutto giapponesi, ma sono realmente pochi quelli che puntano ancora sulla cura e qualità dei prodotti . Se fino ad alcuni anni fa la cucina giapponese veniva vista come una cucina dèlite dove gustare realmente un qualcosa di diverso con i sui gusti e modi di cucinare sani oggi, questa sensibilità non c'è più e le persone vogliono altro, cercano altro.

Grazie ai sui libri e ai suoi seminari sempre più seguiti e cliccati sul web SUN JAE _ fondatrice del Sun Jae TEMPLE FOOD cultural center_ soddisfa tutte le persone alla ricerca di ricette che parlino di cibo per il corpo.
Ricette che esaltino la qualità medicinale degli alimenti, ma senza rinunciare al gusto.




               Mente e corpo devono considerarsi una cosa sola: entrambi devono essere in salute.



Alla base del TEMPLE FOOD è l'utilizzo di ingredienti di stagione e metodi di cottura che esaltino i componenti naturali delle pietanze senza aggiungere aromi artificiali.
Secondo la tradizione buddista, ogni alimento diventa una medicina, un mezzo per depurare l'organismo, garantendo più concentrazione e devozione.







Moda, autodiscipline spirituali e cucina, un'unica commistione per trovare una spiritualità concreta in una società vuota e sempre più difficile.






2 commenti:

  1. SALVE, io compro la zuppa GHiaponesse, molto buona per la salute, a me lo stile Giaponesse. Una cosa che fà tristezza è vedere come certi cibi spazzatura, quelli del Fast Food stà dominando i metodi della alimentazione italiana, è un vero peccato e una vera vergogna che L'Italia, paese alla vanguardia con il cibo, deva acettare quei cibi amazza salute, questa robaccia che viene della nostra america( io non sono italiana e credo che si vede da come scrivo) ma il peggio, che mettono della pubblicità ingannevole,che manipula che disse: più fast food, più lavoro, in parte è vero, ma anche è vero che più fast food,più lavoro ai medici, perchè quel cibo alla fine, rubina la salute. baci ed saluti

    RispondiElimina
  2. Buongiorno Marener, grazie per il tuo commento che condividiamo completamente!
    Buona settimana!
    Lory&Mary
    Fashionnewbakery

    RispondiElimina